Spaghetti con cavolo nero, alici in salsa piccante e ricotta

Pubblicato il Pubblicato in Collaborazioni, Ricetta, Ricette, Ricette salate

Se qualcuno mi dovesse chiedere a cosa non potrei mai rinunciare, la mia risposta sarebbe sicuramente: la pasta. Nonostante questo però non la mangio tutti i giorni, ma quando la preparo (sopratutto a pranzo), cerco sempre di renderla gustosa e sopratutto appetitosa per il pelato.

A noi italiani guai a toccarci un buon primo piatto…che sia pasta corta o lunga alla fine siamo sempre contenti. Ovviamente a me non piace solo mangiarla ma anche prepararla, perché ogni volta mi sbizzarrisco sempre con diversi ingredienti…purché siano di stagione.

Quindi cosa c’è di più stagionale del cavolo nero? Personalmente lo ritengo un ottimo alleato in cucina per via della sua versatilità, infatti si possono preparare molte ricette con il cavolo nero che possono variare tra primi piatti per l’appunto, insalate, torte salate o più semplicemente come contorno

Le foglie del cavolo nero hanno un sapore piuttosto intenso, ma rispetto ad altre varietà, è un tantino più dolce ed è proprio per questo che l’abbinamento con le alici piccanti e la ricotta renderanno questo primo piatto ancora più buono.

Le dosi sono per 2 persone 

INGREDIENTI:

  • 180 gr di spaghetti
  • 200 gr di cavolo nero
  • 5 filetti di alici in salsa piccante Delicius 
  • 120 gr di ricotta
  • olio evo
  • pepe
  • maggiorana (facoltativo)

PREPARAZIONE:

Per prima cosa lavate e asciugate per bene le foglie del cavolo nero. Spezzettatele con le mani e scottatele per circa 5 minuti in acqua bollente. Dopodiché scolatele e passatele in padella con 3 cucchiai di olio evo e i filetti di alici precedentemente tagliati a pezzetti. Fate cuocere gli spaghetti in abbondante acqua bollente salata. Aggiungete qualche cucchiaio di acqua di cottura alla ricotta e create una crema. Quando la pasta sarà pronta, ripassatela per qualche minuto in padella con il cavolo nero e infine aggiungete la crema di ricotta, un po’ di pepe e se preferite anche una spolverata di maggiorana.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *