Torta alle mele e ricotta

Pubblicato il Pubblicato in Blog

Le giornate iniziano ad accorciarsi, piano piano la pioggia prende il posto del sole e del cielo azzurro e in giro si vedono già i primi maglioncini di lana…non c’è dubbio è arrivato l’autunno!

In questa meravigliosa stagione poi fanno capolino sulle nostre dispense le mele. E a proposito di questo, settimana scorsa ho ricevuto da mia mamma ben 5 chili di mele direttamente dalla Valtellina e quindi potete immaginare la mia felicità. Si può dire che in questo periodo ne mangio praticamente una al giorno, ma ovviamente sto iniziando ad usarle anche per preparare qualche goloso dolce. Lo scorso venerdì ho fatto una mug cake con aggiunta di mandorle e cannella in polvere, ma visto che non ero ancora contenta ho preparato anche questa deliziosa torta alle mele e ricotta. Una versione della famosa torta di mele davvero morbidissima, per via della ricotta, e ancora più dolce grazie alle mele Fuji.

So che vi ho fatto venire voglia di mangiarne una bella fetta…quindi siete pronti a prepararla? Dopotutto è un comfort food che non passa mai di moda.

 

INGREDIENTI:

  • 200 gr di farina
  • 250 gr di ricotta
  • 170 gr di zucchero di canna
  • 2 mele Fuji ( o la tipologia che preferite di più)
  • 4 uova
  • 40 gr di fecola di patate
  • 10 gr di lievito per dolci
  • succo di limone

 

PREPARAZIONE:

Sbucciate le due mele, tagliatele a spicchi e poi a fettine sottili. Mettetele in una ciotola con un po’ di succo di limone e lasciatele macerare. In una terrina mescolate le uova insieme allo zucchero di canna. Unite la ricotta, la farina setacciata, il lievito, la fecola di patate e infine mescolate bene il tutto. Coprite il fondo di una tortiera da 24 cm di diametro con la carta forno e spennellate le pareti con un po’ di burro. Adagiate metà delle fettine di mela, ricoprite con l’impasto e infine aggiungete le restanti fette. Fate cuocere la torta in forno già preriscaldato a 180° per circa 50 minuti. In questo caso vi consiglio di fare la prova dello stecchino per verificare la cottura del composto.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *